#PaginaUno: “Ciò che non siamo”

Bentrovati amici lettori.

Oggi vi voglio parlare di un libro edito da PaginaUno, con la quale ho da poco iniziato a collaborare.

Il romanzo in questione è Ciò che non siamo di Sabrina Campolongo.

È la storia di una famiglia all’apparenza come tante altre: felice e soddisfatta. Madre, Milena, padre, Andrea e il figlio Vittorio.

La loro routine viene “spezzata” dall’arrivo di Lyuba: bambina proveniente dall’Ucraina che dopo viene a passare del tempo in Italia per “ripulirsi” dalle radiazioni che Chernobyl ha lasciato.

Se inizialmente i rapporti tra Vittorio e Lyuba sono tesi alla fine si dimostrano un reale affetto: sarà proprio lei a portarlo nel mondo degli adulti e del conflitto con i genitori.

Milena è una donna con molti segreti e molte fragilità che all’interno del romanzo vengono ben messe in mostra e diventano, a tratti, quelle del lettore. Andrea è la colonna sulla quale si regge l’intera famiglia: per quanto sia umano, quindi fallisce e sbaglia, cerca sempre di dare il suo meglio e di dare amore a chi lo circonda.

Un libro che ho divorato per la sua semplicità: non ci sono grandi colpi di scena o chissà quali momenti di suspance, riesce però con lo stile e la trama “ordinaria! a entrare nel cuore e a far nascere una serie di domande su se stessi e sul significato di “amore”.

Nessuna famiglia è perfetta: l’autrice lo dimostra portando all’interno delle dinamiche famigliari una sconosciuta, che poi diventerà parte integrante del “Clan”, che le destabilizza fino a romperle e a costringere tutti, perfino se stessa, a ricostruirle.

Un romanzo basato sull’amore e sul perdono, ma anche sulle omissioni di Milena che per paura di soffrire non ammette né i suoi sbagli né i suoi sentimenti rendendola paradossalmente il personaggio con cui è più facile entrare in empatia. Ognuno di noi cerca di scappare dai suoi errori e spesso non ci rendiamo conto che se non li affrontiamo siamo destinati a ripeterli, ma soprattutto che chi ci ama, ci perdona e accetta anche se non siamo perfetti e ne combiniamo di tutti i colori.

Consigliato a chi ha bisogno di riflettere su quello che ha, sull’importanza dei sentimenti e soprattutto sul valorizzare chi ci ama e ci circonda.

Il romanzo è acquistabile su Amazon, IBS e il sito della casa editrice.

Fatemi sapere se lo avete letto, se avete intenzione di leggerlo e cosa ne pensate.

Ricordatevi di seguirmi su Instagram (paolacalefato) e Facebook (MyPoBlog) per rimanere sempre aggiornati sulle mie letture.

Condividete se vi è piaciuto e iscrivetevi al blog per il prossimo articolo!

Non mi resta che augurarvi buona lettura!

A presto amici lettori!

Annunci
Paola Calefato

2 risposte a "#PaginaUno: “Ciò che non siamo”"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...